Iniziata l’”invasione” dell’Area 51: ci sono già stati alcuni arresti e persino un festival

L’Area 51 designata è un terreno militare nel mezzo del deserto del Nevada che ha attirato l’attenzione di molti e per anni a causa della segretezza che lo circonda

Almeno 75 persone sono già arrivate all’Area 51, una base militare segreta degli Stati Uniti, in risposta a un evento creato su Facebook. Un milione e mezzo di persone hanno accettato di assaltare questa parte misteriosa dello stato americano del Nevada lo scorso venerdì, dove si crede che il governo stia tenendo prigionieri gli extraterrestri che hanno visitato la città di Roswell nel 1947. 

Nella Contea di Lincoln, dove si trova l’Area 51, ci sono due città – Rachel e Hiko – in cui vivono poco più di 170 persone. Queste due città isolate hanno già ricevuto 1.500 persone lunedì, secondo quanto stima lo sceriffo della contea Kerry Lee. Oltre all’invasione dell’Area 51, sono stati creati tre festival legati allo stesso tema: extraterrestri, ovviamente.

L’unico hotel nella piccola città deserta di Rachel, dove il numero di abitanti non raggiunge i 50, è esaurito. 15 guardie di sicurezza sono state assunte insieme ad un’ambulanza privata e 80 docce portatili sono state incaricate di ricevere tutti i visitatori.

Secondo il Las Vegas Review Journal, le strade – che durante tutto l’anno sono deserte – sono inondate di persone curiose che alloggeranno nelle loro tende, macchine e camper. Alcuni si contrassegnano con bandiere gonfiabili aliene americane o addirittura verdi. Altri sono addirittura mascherati da alieni. C’è anche chi ha scelto l’occasione per svolgere il proprio ruolo di attivista, dicono, a difesa della libertà di queste creature la cui esistenza non è mai stata provata. “Save the Government Aliens“, recita uno dei poster portati dagli invasori.

Lo sceriffo Kerry Lee ha fatto sapere che più di 150 persone hanno intrapreso il viaggio di alcuni chilometri su strada sterrata per raggiungere le porte dell’Area 51. Quando l’evento intrapreso da Facebook ha iniziato a prendere piede, la portavoce dell’Aeronautica militare Laura McAndrews ha rilasciato una dichiarazione in cui avvertiva la gente che era più prudente stare lontano da quella base americana:

È un campo di addestramento aperto per l’Aeronautica americana e scoraggiamo chiunque dal tentativo di entrare nell’area in cui addestriamo le forze armate statunitensi. La US Air Force è sempre pronta a proteggere l’America e i suoi beni

Nei giorni scorsi sono stati arrestati due youtuber per aver tentato di entrare nell’area 51. All’interno della base, sono stati trovati Ties Granzier e Govert Sweep, due olandesi di 20 e 21 anni, a circa cinque chilometri dal cancello d’ingresso. All’interno dell’auto, le autorità hanno trovato telecamere e un telefono cellulare, un computer portatile e un drone. Le indagini sui materiali hanno rivelato che i due youtuber avevano già raccolto video e foto scattate all’interno della base militare. Tutti i contenuti sono stati eliminati. Sono stati rilasciati il ​​giorno successivo dopo aver pagato cauzione di 500 dollari.

Cos’è l’Area 51

L’Area 51 designata è un terreno militare nel mezzo del deserto del Nevada che ha attirato l’attenzione di molti e per anni a causa della segretezza che lo circonda, un alone di mistero che ha motivato numerose teorie stravaganti. Una delle più diffuse è che il governo degli Stati Uniti usi questo terreno per nascondere prove di vita extraterrestre.

In effetti, il governo degli Stati Uniti non ha mai riconosciuto l’esistenza di questa struttura militare fino all’agosto 2013, quando la CIA declassificò una serie di documenti a conferma dell’esistenza di questa base militare.

Tale teoria sostiene, tra l’altro, che qui furono trasferiti i resti di una presunta navicella extraterrestre che si era schiantata a Roswell, nel New Mexico, nel luglio 1947.

Fonte: FocusTech.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *